Influenzarli o lasciarli liberi di seguire il proprio istinto?

Se “vostro” figlio vi dicesse di sentirsi portato per l’arte di strada e di voler andare in giro per il mondo a interpretare i suoi spettacoli che gli apportano una ineguagliabile felicità, come reagireste? Probabilmente, se foste del mestiere, la notizia vi renderebbe colmi di gioia, ma in una situazione differente, quale sarebbe il vostro pensiero? Quale atroce “delitto” avrebbe commesso la famiglia di Guy La Liberté se per suo figlio avesse progettato un futuro diverso da come lui lo sognava e desiderava fortemente? Migliaia di spettacoli, che la sua compagnia esegue annualmente in ogni angolo del mondo, in assoluta sintonia e rispetto della natura e che allietano ed ispirano migliaia di famiglie, non esisterebbero. Oggi, “Il Cirque du Soleil” è il circo più famoso al mondo, nel quale è assolutamente respinto l’impiego di animali. Nasce dall’arte di strada e ogni giorno coinvolge milioni di ragazzi che tentano di emulare l’impresa di Guy. So già che alcuni di voi considerano i ragazzi poco capaci di interpretare quello che accade e li credono inadatti nel capire cosa sia bene per loro. Soprattutto siete convinti che avere un comportamento “permissivo” nei loro confronti potrebbe essere superficiale e deleterio. La grande verità, che Alexander Neill propone con il suo sistema educativo, sta nel riconsiderare il significato di parole come amore, accettazione e libertà, ma soprattutto nel rifiutare assolutamente l’uso della forza. L’obiettivo è quello di “concimare” i ragazzi con onestà, coraggio e amore, affinché questi valori possano instaurarsi in ogni parte della società, come accaduto nella scuola di Summerhill, nella quale i risultati hanno indicato che ogni fanciullo può giungere alla felicità e condividerla.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter